Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
In Bologna Today.com


In Bologna Today.com



Booking.com

Mostra RE-COLLECTING. Morandi racconta al Museo Casa Morandi di Bologna

La Mostra RE-COLLECTING. Morandi racconta al Museo Casa Morandi di Bologna: gli artisti e le opere, i periodi e gli orari, le informazioni per la visita.

Mostra RE-COLLECTING. Morandi raccontaRE-COLLECTING. Morandi racconta. Il segno inciso: tratteggi e chiaroscuri - Museo Morandi, via Fondazza, 36 - Bologna

Mostra in corso dal 27 maggio al 28 novembre 2021

La mostra termina il ciclo ideato da Lorenzo Balbi relativo a temi legati alle collezioni che valorizza opere solitamente non visibili o non più esposte da tempo.

Comunicato stampa della Mostra RE-COLLECTING. Morandi racconta

Termina al Museo Morandi RE-COLLECTING, ciclo ideato da Lorenzo Balbi, che approfondisce temi legati alle collezioni, indagandone aspetti particolari e valorizzandone opere solitamente non visibili o non più esposte da tempo.

La mostra Morandi racconta. Il segno inciso: tratteggi e chiaroscuri, a cura di Lorenza Selleri, costituisce il quinto ed ultimo appuntamento del ciclo di focus espositivi denominato RE-COLLECTING, ideato da Lorenzo Balbi per approfondire temi legati alle collezioni permanenti del MAMbo e del Museo Morandi, indagandone aspetti particolari e valorizzandone opere solitamente non visibili o non più esposte da tempo.

L'esposizione si concentra sulla tecnica dell'acquaforte di cui Giorgio Morandi fu maestro eccelso. Maestro in senso stretto, dal momento che dal 1930 diventa docente di Tecnica dell'Incisione all'Accademia di Belle Arti di Bologna, ma anche in senso lato, dato che dalla sua straordinaria capacità tecnica e dal suo rigore non si può prescindere. Egli infatti si dedicò alla grafica, e in particolare all’acquaforte, con un impegno pari a quello dedicato alla pittura (“dipingo e incido paesaggi e nature morte”, dichiarò egli stesso nel 1937), tanto che ne divenne un interprete straordinario, tra i più significativi di tutto il panorama europeo del suo tempo.

Sette delle quattordici acqueforti esposte entrarono a far parte del patrimonio del Comune di Bologna nel 1961, quando Morandi le donò, conservando l’anonimato, in occasione del riordino delle raccolte della Galleria d’Arte Moderna allora ubicata presso Villa delle Rose. Accanto a queste opere sono presentati alcuni fogli appartenenti a collezioni private, concessi in comodato gratuito al museo in tempi più o meno recenti, e la stampa della sola lastra, ad oggi nota, che Morandi incise con la tecnica della ceramolle.

Completa l'esposizione una selezione di strumenti originali, lettere, fotografie e documenti inediti provenienti dall'Archivio Storico dell'Accademia di Belle Arti.

Orari: apertura su prenotazione al numero +39.051.6496611 nei seguenti orari e periodi: da ottobre a maggio il venerdì e sabato dalle 14.00 alle 16.00 e domenica dalle 11.00 alle 13.00; da giugno a settembre il venerdì e sabato dalle 17.00 alle 19.00 e domenica dalle 11.00 alle 13.00.
Biglietti: ingresso libero.
Telefono: +39.051.6496611
E-mail: info@mambo-bologna.org
Sito web: Mambo

In Bologna Today è aggiornato ogni giorno

© In Bologna Today
Tutti i diritti riservati